DiRiparoPoint / Uncategorized / / 0 Commenti

Apre a Milano il primo Store Xiaomi

L’ultimo passo che manca al produttore cinese Xiaomi per poter definire compiuto il suo sbarco in Italia è giusto l’apertura di un negozio fisico sul nostro territorio. Pochi mesi fa la società ha iniziato a proporre i propri competitivi smartphone nei Riparo Point Store in modo ufficiale e senza bisogno di modifiche (senza cioè costringere gli interessati a farli arrivare dalla Cina tramite importatori esterni), ma quello che sta per arrivare è il primo segno veramente tangibile della presenza di Xiaomi sul suolo nazionale: la società ha infatti intenzione di aprire un negozio specializzato a Milano, dove potrà esporre e raccontare i propri prodotti in totale autonomia.

Xiaomi ha in mente da mesi di occuparsi direttamente della distribuzione dei propri gadget, ma la notizia del negozio meneghino arriva da LinkedIn, social network dedicato al mondo del lavoro sul quale sta circolando da qualche giorno una serie di offerte di lavoro per store manager e addetti alle vendite. Il profilo richiesto per i candidati non offre particolari indizi sul negozio in sé, su quando aprirà i battenti né su dove sarà ubicato con precisione, ma la richiesta di una profonda conoscenza dell’ecosistema di prodotti messo in piedi dalla società fa supporre che nel negozio in fase di apertura non si venderanno solo telefoni.

Xiaomi del resto realizza, direttamente o indirettamente, anche smartwatch, veicoli elettrici per la mobilità urbana, computer, dispositivi audio, accessori per la smart home e molto altro: la vetrina in fase di allestimento nel capoluogo lombardo potrebbe essere il modo di far conoscere al grande pubblico anche i prodotti di queste altre categorie.

In attesa dell’apertura di Store ufficiali ricordiamo che presso tutti i nostri negozi è possibile acquistare i prodotti Xiaomi con 2 anni di garanzia italia e già in versione Global con tutte le certificazioni Europee, i nostri Store sono presenti nella provincia di Verona, Bussolengo e Povegliano Veronese.

DiRiparoPoint / Uncategorized / / 0 Commenti

Xiaomi Mi Max 2 è quasi ufficiale: il nuovo phablet della società cinese si appresta a debuttare in commercio a stretto giro di posta andando a effettuare un upgrade rispetto al terminale che abbiamo imparato a conoscere qualche mese fa. Come si può facilmente immaginare, trattasi di uno smartphone dalle gigantesche dimensioni che può essere quasi considerato un tablet. Il design sarà molto simile alla prima generazione, con le differenze che si concentrano soprattutto a livello di hardware, anche se non in modo esagerato. Si è scelto di non puntare su una doppia fotocamera sul retro, ma su un sensore singolo con la presenza di un flash LED duale per la creazione sempre della giusta tonalità di luce. C’è naturalmente anche il lettore delle impronte digitali.

La scheda tecnica di Xiaomi Mi Max 2 sarà dunque composta da uno schermo da 6.4 pollici di diagonale a risoluzione non Quad HD, ma Full HD ossia 1920×1080 pixel, ci sarà un SoC Snapdragon 626 oppure uno Snapdragon 660 accompagnato da un quantitativo di 4 o 6GB di memoria Ram, spazio di archiviazione interno da 128GB, sistema operativo Android 7.0.1 Nougat con interfaccia proprietaria MIUI 8, batteria consistente da 5000mAh, GPS, Wi-Fi, Bluetooth, jack da 3.5 mm probabile, USB Type-C.

Recentemente, avevamo accolto il phablet Xiaomi Mi Max Prime che era una versione maggiorata e potenziata del modello originario. La scheda contava su un SoC Qualcomm Snapdragon 652 SoC con due 1.8GB Cortex-A72 CPU per un totale di octa-core rispetto alla versione originaria, display da 6.44 pollici a risoluzione 1920×1080 pixel Full HD, Ram da 4GB, memoria interna da 128GB, fotocamera da 16 megapixel principale, sul fronte una da 5 megapixel e batteria da 4850mAh.